─♦─HOME─♦──♦─CHI SONO─♦──♦─ABOUT─♦──♦─CONTATTI─♦──♦─RECENSIONI─♦──♦─RUBRICHE─♦──♦─AFFILIAZIONI─♦─
♦────────────────────────────────────────────────────────────────────────────────────────────────♦

martedì 20 maggio 2014

L'angolo di Jo - Libri in prestito #3

Buon pomeriggio, amici :-)
Che brutto tempo ieri! Avete visto? Se questa è la primavera...mah... -_-' odio quando piove in un periodo in cui dovrebbe splendere il sole (e lo dice una che con il sole ha mooooooooolti problemi!). Per fortuna oggi è diverso! Comunque, l'altro giorno ho fatto un salto in biblioteca, era da tanto che non andavo e mi mancava molto gironzolare tra gli scaffali straripanti alla scoperta di titoli interessanti, così ho approfittato della prima occasione per uscire dalla torre e fare una capatina. Mi sono portata a casa tre libri molto diversi tra loro, ora ve li faccio vedere. Tra l'altro, mi sono appena accorta che non posto questa rubrica da Luglio dell'anno scorso O_O tantissimo, che peccato!

Io amo i libri. Non potrei assolutamente vivere senza di essi e, anche se sono una lumaca o, comunque, da quando ho aperto il blog le mie letture procedono più lentamente perché passo tanto tempo in più su internet, rimango una lettrice accanita. Adoro circondarmi di libri, anche di quelli che non leggerò mai, mi fa sentire al sicuro. Avere mille libri disseminati per casa mi tranquillizza e mi rende contenta. Per una lettrice come me il prestito di libri è praticamente indispensabile perché non potrei mai comprare tutti tutti i libri che vorrei, altrimenti andrei sul serio fallita. Spesso, quindi, li scambio con mia cugina oppure li prendo in biblioteca (un luogo che adoro e ho sempre adorato *_*), e lo faccio così, perché mi infonde serenità... adocchio qualche titolo e lo prendo, anche se so che non avrò il tempo di leggere quei libri in più perché già non riesco a stare dietro a quelli che compro io. Ecco che nasce questa rubrica, molto molto semplice, dove vi presenterò quei libri che mi vengono prestati, e che ho chiamato "L'angolo di Jo - Libri in prestito" per un motivo ben preciso. Infatti, la cara Jo di "Piccole Donne" amava la lettura e spesso attingeva dalla biblioteca di casa Lawrence oppure da quella della vecchia zia March. Ecco, io mi sento un po' Jo e come lei integro le mie letture con libri in prestito, libri che viaggiano di lettore in lettore e forse sono, in un certo senso, più autentici.

♦♦♦

Ora vi faccio vedere cosa ho preso. Allora, appena arrivata, ho visto immediatamente Novemila giorni e una sola notte di Jessica Brockmole e non ho saputo resistere; ce l'ho già in ebook, ma il cartaceo è davvero bello e voglio leggerlo così questo libro. Anche se...devo dire la verità: non so se questo è il momento adatto per buttarmi in una lettura del genere, ma l'ho comunque preso, poi vedrò se leggerlo davvero ora o riportarlo indietro senza averlo aperto. Il secondo romanzo è di un'autrice che ho scoperto l'anno scorso e il cui modo di raccontare mi piace moltissimo: Marina Fiorato; amo i romanzi storici, lo sapete, e ho letto La ladra della Primavera parecchi mesi fa e me ne sono completamente innamorata (anzi, ora che mi ricordo non ho più scritto la recensione...rimedierò!), così quando sullo scaffale ho trovato ad aspettarmi La Gemma di Siena della stessa autrice non ho esitato un attimo prima di prenderlo. Infine, ho portato con me anche Colazione da Darcy di Ali McNamara perché ho pensato che un po' di leggerezza era quello che mi ci voleva! Ho letto tempo fa alcune recensioni e ne sono rimasta incuriosita, così ho detto "perché no?"; in effetti, l'ho già iniziato e lo sto trovando molto piacevole, spiritoso e rilassante al punto giusto...vi farò sapere presto che ne penso!

venerdì 16 maggio 2014

Segnalazione "La Porta dei Cieli" di Stefano Dipino

Buongiorno lettori! ^-^
Anche oggi inizio la giornata con una segnalazione, stavolta di un libro che rientra in uno dei generi che più mi piacciono: il thriller d'avventura.

La Porta dei Cieli

Difficile inquadrare nitidamente La Porta dei Cieli, romanzo d'esordio del giovane autore Stefano Dipino, uscito recentemente per la Dunwich Edizioni nella Collana Crime. I tanti elementi che si trovano nella trama fanno presupporre che si tratti di una storia avvincente e ricca di colpi di scena, dove il mistero e l'avventura la fanno da padrone. Ma ci sono anche numerosi riferimenti alla storia, all'archeologia, oltre ovviamente un'ambientazione affascinante e suggestiva in una delle più belle città del mondo: Roma. Sono sicura che sia un libro che sa sorprendere il lettore e spiazzarlo continuamente con dettagli intriganti e originali e proprio per questo sono curiosissima di leggerlo.
La storia ruota attorno alla leggendaria Porta dei Cieli, un misterioso monumento del XVII secolo che sembra aver a che fare con la scomparsa di alcune persone. Il protagonista, il professor Alessandro Altieri, deve trovare il collegamento tra questo importante edificio e i molti misteri che iniziano a nascere a dismisura attorno a lui. Tra scoperte sconcertanti e leggende del passato, la penna di Dipino vi trascinerà in un vortice di eventi che vi terranno con il fiato sospeso per tutta la lettura.
Il libro è disponibile in versione cartacea e digitale e, se desiderate un'avventura che sia allo stesso tempo coinvolgente e originale, non dovete assolutamente perdervelo!
Una Roma oscura e ammaliante per una storia dove la realtà si fonde ai miti dando vita a misteri antichi e difficili da svelare.

giovedì 15 maggio 2014

Segnalazione "William Killed the Radio Star" di Pietro Gandolfi

Buonasera e rieccomi qui ^-^ come potete immaginare, sto indietrissimo con tutto e devo recuperare in fretta. Oggi è una giornata all'insegna dell'horror :D infatti, eccomi con un'altra segnalazione dalle sfumature decisamente rosso sangue.

William Killed the Radio Star

Se siete amanti di quell'horror estremo che si mescola al thriller più crudo, allora William Killed the Radio Star credo proprio faccia per voi. Intriso di suspense e scene inquietanti e terrificanti, il libro di Pietro Gandolfi saprà come togliervi il sonno e trascinarvi in un incubo nebbioso insieme Jazz, il protagonista della storia. La cover già preannuncia spargimenti di sangue e luoghi desolati dove la paura è l'unica compagnia: basta dare un'occhiata alle impronte insanguinate che si stagliano nitide sulla neve per comprendere che in questo romanzo gli elementi predominanti sono facilmente riconducibili all'horror classico. Ma questo libro ha una marcia in più. Infatti, si trova nella collana Morte a 666 giri della Dunwich Edizioni, quindi mescola tra loro elementi molto particolari: musica e terrore. Un quadro niente male, no?
Disponibile in formato cartaceo e digitale, William Killed the Radio Star si preannuncia come un'avventura mozzafiato dove il nemico è qualcosa di indefinito e la realtà è più oscura dell'incubo peggiore.

Segnalazione "Ombre di ghiaccio" di Mauro Saracino

Buon pomeriggio a tutti :-)
Dopo un'altra lunga pausa il blog riprende il suo normale corso e stavolta spero di non doverlo abbandonare nuovamente. Ma sono ottimista e ora voglio recuperare i post che ho tralasciato nell'ultimo periodo. Voglio presentarvi un libro che esce fuori dai miei generi preferiti, ma che, complice anche la cover particolare e intrigante, può sicuramente fare breccia in molti di voi e stuzzicare la curiosità dei lettori più coraggiosi :D

Ombre di ghiaccio

Leggendo la trama di questo libro, ho pensato subito fosse abbastanza agghiacciante e l'immagine di copertina lo conferma. L'atmosfera che si respira dalla sinossi, il titolo, l'ambientazione ghiacciata dell'illustrazione meravigliosa...tutti questi elementi contribuiscono a creare un'aura fredda e pericolosa, ma anche ricca di mistero. Come ho detto, Ombre di ghiaccio, romanzo horror di Mauro Saracino, non è una lettura che fa parte dei generi che prediligo, ma credo che questa storia sia molto di più di un semplice horror dai toni rosso sangue. Dalla trama trapela una forte componente psicologica che mi ha incuriosito molto e che rende il romanzo più originale e innovativo.
Pubblicato recentemente dalla Dunwich Edizioni, può essere trovato sia in versione cartacea che digitale e ha riscontrato numerosi pareri positivi in rete. Se siete amanti del genere o se volete una storia che sia diversa dalle solite, io vi consiglio di buttarvi su questo titolo. Ambiguo, inquietante, minaccioso, ma anche complesso e dotato di numerosi livelli e chiavi di lettura. Onestamente non penso che possa essere inserito in un genere specifico; sicuramente l'horror è la tinta più marcata, ma rispecchia solo un minimo della sua vera essenza. Un viaggio all'interno di un luogo pericoloso che è metafora della scoperta di sé e della propria natura.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...